READING

Fun Factory Cobra Libre II: il vibratore per le te...

Fun Factory Cobra Libre II: il vibratore per le teste di pene – Recensione

Fun-Factory-Cobra-Libre

Fun Factory è stato il primo brand di sex toy in assoluto che abbiamo incontrato nella nostra vita, a Berlino, quando totalmente per caso, mentre passeggiavamo random perdendoci per scoprire la città, siamo entrati nel loro flagship store proprio durante l’inaugurazione.

Colori accesi, forme elegantemente di design e cura nei dettagli ci hanno convinti che esistevano dei sex toy diversi dalle truci riproduzioni di organi genitali e ci hanno avvicinati a questo mondo in tempi assolutamente insospettabili.

Ecco perché le aspettative su questi sex toy erano alte, altissime: la nostra storia personale garantiva per loro.

Cobra Libre II: il vibratore per le teste di pene

Cobra Libre II fa parte di quella famiglia di sex toy dedicati al piacere della zona più sensibile del nostro amichetto: la punta.

È realizzato in silicone e plastica ABS, nella quale sono ben inseriti nella parte superiore i 2 pulsanti di controllo che regolano i diversi pattern di vibrazione (fino a 11) e quello dell’accensione con l’inconfondibile icona FUN rossa e bianca.

Dopo averlo ricaricato con il pratico cavo magnetico, che é ormai un must per i sex toy di nuova generazione, ho provato a prendere le misure di questo oggettino.

Essendo impermeabile, é passato prima per un’approfondita pulizia sotto l’acqua calda, e infine spruzzato di antibatterico appositamente studiato da Fun Factory per i suoi sex toy.

Cobra Libre II: il cock-tail di lusso

Il nome che richiama a un drink ben più famoso sembra voler far presagire un inebriante viaggio nel tempo con il nostro amichetto alla guida della capsula del piacere che vorrebbe assomigliare ad una futuristica macchinina con la quale giocare allegramente.

Monoposto corto

Una volta avviato, il Cobra Libre II sprigiona vibrazioni che, già alla minima intensità, sono importanti e percepite sia all’esterno che all’interno. Sorreggere il sex toy con una sola mano non è semplice, per via del peso specifico, per il bilanciamento tutto orientato dalla parte dei potenti motori e per l’ergonomia che poteva essere studiata meglio.

Arrivando da esperienze super soddisfacenti con i sex toy per pene di Tenga (per l’intero pene!), ho pensato bene di inserire tutto il mio amichetto, che, così facendo, ha sbattuto contro un muro di plastica, precocemente.

Istruzioni per l’uso

Una volta spento il sex toy, lette le istruzioni e aggiunto del lubrificante a base acqua, ho riacceso i due potenti motori e inserito con cura solo la testa del mio amichetto.

Un casco di nessuna misura

La stanzetta delle vibrazioni del Cobra lIbre II, realizzata in silicone soft touch, ha pareti troppo larghe per andare a stimolare efficacemente nei punti giusti. Provando ad orientare differentemente il giochino per stimolare laddove fosse meglio, si ha la sola sensazione di farsi del male, perché mentre da una parte si cerca di farlo arrivare nei punti giusti, dall’altra le vibrazioni colpiscono incessantemente nei punti sbagliati creando un reale fastidio.

Cercando tra le diverse distanze quella meno insoddisfacente, bisogna anche avere muscoli e nervi saldi per riuscire a restare immobili nella posizione prescelta per tutta la durata del viaggio, che è una cosa non facile con un oggetto che vibra tanto esternamente quanto internamente.

Alla fine, dopo aver provato e riprovato le diverse velocità (per quanto mi riguarda non ne esiste una migliore della prima, la meno intensa in assoluto), quando per sfinimento vorresti solo culminare, al primo movimento pelvico verso l’interno il nostro amichetto torna a sbattere la testa contro il fondo della parete, facendo scendere la libido sotto i piedi e anche qualche santo dal calendario.

Fun-Factory-Cobra-Libre

Il design fa supporre che il Cobra Libre II sia progettato per avere un appeal estetico e per l’esposizione piuttosto che per avere una forma ergonomica e funzionale all’utilizzo. Sembra più sensato immaginarlo appoggiato su una superficie piuttosto che ben saldo in una mano.

Questa sua caratteristica crea un profondo gap con la gestualità propria della masturbazione maschile, che preferisce ambienti più stretti e accomodanti rispetto a quello proposto dal sex toy di Fun Factory, corto e largo.

Queste peculiarità costruttive non permettono alcun movimento e/o massaggio che naturalmente porterebbero chiunque all’orgasmo. Per questo motivo mi sembra un oggetto non utile che non consiglierei.

Inoltre, in un momento storico in cui si sta completamente rivalutando l’importanza della masturbation routine e spostando il focus dal semplice atto della masturbazione a uno stato di benessere completo che prenda in considerazione la persona nella sua globalità, concentrarsi solo su un punto particolare come la testa del pene resta davvero riduttivo e completamente fuori dal dibattito attuale.

Spiace dirlo ma il Cobra Libre II è un incastro che non funziona. Resta comunque un oggetto bello da esporre tranquillamente sulle mensole del soggiorno, sicuri che nessuno lo potrà mai usare come sex toy.


Foto I’M the PH


INSTAGRAM
@le_sex_en_rose