READING

Novembre è Movember e No Nut November. Approvato i...

Novembre è Movember e No Nut November. Approvato il ddl Zan alla camera

Ogni domenica, le notizie dell’ultima settimana a tema sessualità, genere, relazioni, corpo.

Novembre è Movember, il mese dedicato al benessere della prostata

in cui si raccolgono fondi e si diffonde conoscenza per la prevenzione del tumore della prostata,  ma anche del tumore del testicolo e dei suicidi, soffermandosi sull’importanza della salute mentale. Il simbolo di Movember è il baffo e molte persone se lo fanno crescere per sostenere la causa.

 

View this post on Instagram

 

#movember is here! Inizia oggi il mese di Novembre; un periodo dell’anno dedicato alla prevenzione di patologie che colpiscono i maschi dalla cintola in giù! Il termine #Movember deriva da “Moustache”, parola inglese per baffi, e “November”. Questo evento annuale che si svolge nel corso vede una importante adesione di tantissime persone, conosciute come #mobro , che si fanno crescere dei baffi per raccogliere fondi e diffondere consapevolezza sul carcinoma della prostata, dei testicoli e di tutti gli altri processi patologici che interessano l’apparato uro-genitale. Questo mese noi lo dedicheremo alla divulgazione di queste patologie, sul come prevenirle, come diagnosticarle e di come agire in tempo per evitare che sia troppo tardi. Ma ci dedicheremo anche al mondo della sessualità maschile, che viaggia di pari passo con la conoscenza, della fisiologia e della patologia di nostri organi più cari! Per cui ora non ci resta che cominciare la celebraIone di questo nuovo mese tutto al #maschile ma dove sono benvenuti tutti! #saluteebenessere ##salutemaschile #movember2020 #menshealth #menstyle #uomo #benesseresessuale #lifestyle #menlifestyle #menlife #salutemaschile #milano #urologia #andrologia @braun_italia @mediaworldit

A post shared by Nicola Macchione (@md_urologist) on

No Nut November e l’astinenza (malsana e misogina) da sesso e masturbazione

È partita come sfida su Reddit e invita gli uomini ad astenersi dall’eiaculazione per tutto il mese di novembre. La gogliardia però è quella intrisa di spirito cameratista e sessismo, tipica da macho man. No Nut November inoltre sembrerebbe essere connesso al movimento No Fap, già noto per inglobare ideologie estremiste di destra e misogine. Quest’anno il sito di live cam Stripchat ha rilanciato il #NoNoNutNovember incoraggiando chi ha un pene a masturbarsi perché una maggiore frequenza di eiaculazione abbasserebbe il rischio di esposizione al tumore della prostata.

La Polonia fa marcia indietro sul divieto di aborto

Dopo settimane di proteste e manifestazioni, il governo ha preso tempo e non ha pubblicato la sentenza che avrebbe vietato l’aborto anche in caso di gravi malformazioni del feto.

 

View this post on Instagram

 

A post shared by Est/ranei (@est.ranei_) on

Il Vaticano ha fatto marcia indietro sulle unioni civili

smentendo le parole ‘epocali’ di Papa Francesco e qualsiasi apertura della dottrina della Chiesa cattolica in favore delle unioni civili omosessuali.

 

View this post on Instagram

 

A post shared by The Vision (@thevisioncom) on

Le elezioni USA sono state le più arcobaleno e inclusive della storia americana

Hanno registrato il maggior numero di persone della comunità Lgbt+ candidate a una carica politica. Tra quelle elette: Sarah McBride, prima senatrice transgender della storia degli Stati Uniti.

 

View this post on Instagram

 

A post shared by GAY TIMES (@gaytimes) on

Altre cose belle successe durante le elezioni USA:

il Nevada è il primo stato a proteggere il matrimonio omosessuale nella Costituzione

 

View this post on Instagram

 

A post shared by VICE Italia (@viceitaly) on

Cose belle successe in Italia:

La Camera ha approvato il ddl Zan

che vuole contrastare l’omotransfobia, la misoginia e l’abilismo. Non è stato facile e non è finita. Alla Camera l’opposizione ha dato sfoggio al benaltrismo più becero e si è imbavagliata urlando al liberticidio, ma la comunità LGBT+ è rimasta unita. Ora si passa al Senato.

La Camera ha approvato la legge contro l’#omotransfobia, la #misoginia e l’#abilismo. È un grande passo avanti contro le…

Pubblicato da Alessandro Zan su Mercoledì 4 novembre 2020

Il 31 ottobre è deceduta Betty Dodson, la paladina della masturbazione

che con i suoi Bodysex Workshop ha incoraggiato migliaia di donne a connettersi con il proprio corpo  e acquisire l’indipendenza orgasmica.

 

View this post on Instagram

 

A post shared by Margherita (@miscusidoc) on

A Torino maestri di nidi e materne saranno educati alla parità di genere

Il Consiglio Comunale ha approvato la mozione che vuole promuovere un’educazione inclusiva e non discriminatoria e decostruire la cultura sessista e gli stereotipi di genere attraverso la formazione di maestri di nidi e materne.

 

View this post on Instagram

 

A post shared by QUiD – Queer Identities (@quid.media) on

Tra le nuove emoji: orgoglio trans e matrimoni genderfluid

Incluse nelle nuove emoji dell’aggiornamento iOS 14.2 ci sono la bandiera rappresentativa della comunità trans, il simbolo dell’identità trans, persone di tutti i generi e tutti i colori della pelle che allattano un neonato o sono vestite con abiti da matrimonio tipicamente femminile e maschili.

Uber Eats ha rimesso al proprio posto gli omofobi

difendendo uno spot dove Jonathan Van Ness, uno dei protagonisti di Queer Eye, fa una spaccata su una sbarra con il costume da ginnasta. Dopo l’indignazione di attivisti anti-LGBT+ Uber Eats ha risposto “In Uber Eats ci impegniamo ostinatamente a rappresentare lo spettro dei sapori. Dai tacos al talento, ci piace il piccante. Jonathan Van Ness e Simon propongono abilità ginniche e fiducia in sè stessi, qualità che milioni di mamme ovunque sostengono“.

 

 

 


INSTAGRAM
@le_sex_en_rose