READING

Libertà, Identità, Sessualità. 10 libri + 2 in cui...

Libertà, Identità, Sessualità. 10 libri + 2 in cui trovarsi, al 32° Salone del Libro

32 Salone del Libro 2019 Il Gioco del Mondo

Gettarsi il Salone del Libro di Torino alle spalle quest’anno non è facile.

È stato un Salone travolgente, sfiancante ed emozionante. L’obiettivo era immergersi testa china nella marea di pagine stampate alla ricerca di libri che approfondissero o sfiorassero il tema della sessualità. E invece siamo stati investiti da una marea di abbracci, chiacchiere, scambi di pensieri e, in generale, di affetto. L’affetto degli editori-amici che abbiamo rivisto e abbracciato dopo un anno e degli editori-neo-amici che ci hanno offerto spontaneamente consigli di lettura. L’affetto di tutti quelli che hanno seguito le nostre avventure sui social e ci hanno scritto per chiedere e dare consigli o per lasciare un commento, un like, una faccina, una traccia digitale. Ma, soprattutto, l’affetto delle persone che ci hanno fermati tra i corridoi del Salone per salutarci, abbracciarci e ringraziarci.

A tutte queste persone: GRAZIE, ci avete scaldato il cuore.

Questa premessa per dirvi che quest’anno la selezione delle letture en rose che vi proponiamo è un’eclettica mistura di generi, stili, formati, inchiostri – alcuni consigliati, altri cercati, altri trovati mentre scorrazzavamo liberamente tra i corridoi del 32° Salone. Una mistura tanto varia che, una volta a casa, con i libri davanti, ci siamo chiesti, in fondo, quale fosse il filo conduttore. La sessualità, certo, ma non solo. Quest’anno l’offerta del salone era particolarmente ricca di voci femminili e femministe; voci che scrivono, disegnano e illustrano l’uguaglianza, la parità e la diversità.

Sappiamo che le parole possono costruire mondi accoglienti, inclusivi e virtuosi, in cui sentirsi liberi di ESSERE. E mi sa che – consapevolmente o inconsapevolmente – è proprio di questo che siamo andati alla ricerca: universi di carta di tutti i generi – per tutti i generi – in cui (ri)trovarsi, (ri)conoscersi, sentirsi a casa.

Questa è la nostra lista di 10 libri + 2 (perché il 10 suona bene ma le proposte interessanti erano davvero tante e non ci sentivamo di escluderne qualcuna solo per una questione di numeri). Su molti libri abbiamo inserito un bonus, che può essere un’anteprima del libro, un altro libro della stessa casa editrice che consigliamo di tenere sott’occhio o un contenuto di approfondimento.

1. Non sono sessista, ma… Il sessismo nel linguaggio contemporaneo

lorenzo-gasparrini-Non-sono-sessista,-ma…-

Di Lorenzo Gasparrini. Edizioni TLON, 2019 [LINK]

Lorenzo Gasparrini è un blogger, attivista antisessista e dottore di ricerca in Estetica (“filosofica no cosmetica”, come specifica), che pensa che le parole siano importanti e che il sessismo abbia rotto le scatole. Questo è il suo secondo libro (dopo Diventare uomini. Relazioni maschili senza oppressioni, Settenove, 2016) e si propone di liberare il linguaggio contemporaneo da stereotipi, modi di dire e luoghi comuni che offrono terreno fertile alla cultura patriarcale per preservare la gerarchia tra i sessi. È una guida per sciacquarci la bocca dal sessismo e dare fiato alla parità.

Prima di assistere alla presentazione del libro abbiamo pensato che fosse interessante ascoltare una voce maschile parlare di femminismo. Dopo, abbiamo capito che questa voce non può mancare.

Bonus: articolo di Lorenzo Gasparrini per Bossy La prima volta che sono stato sessista

2. Questo libro è gay

questo-libro-è-gay-juno-dawson-sonda

Di Juno Dawson. Edizioni Sonda, 2018 [LINK]

L’autrice è l’inglese Juno Dawson – nata James – che ha fatto coming out prima come ragazzo gay, poi come donna transgender. È stata nominata la «Queen of Teen» per la sua attività di scrittrice per ragazzi e di divulgazione e questo libro è considerato  «la guida definitiva a tutti gli aspetti dell’essere LGBT e non».

È una voce guida che – con humour inglese e senza peli sulla lingua – aiuta ad alfabetizzarsi al mondo LGBT* e a orientarsi nell’arcobaleno di identità, orientamenti e generi sessuali; a liberarsi di etichette, gabbie e condizionamenti che ci imprigionano in un mondo monocromatico e intollerante. È concepito come guida per ragazzi MA, quando si tratta di parlare il linguaggio dell’inclusività e della parità, siamo tutti ragazzi. E analfabeti. E grigi.

3. …e noi dove eravamo?

e-noi-dove-eravamo-silvia-ziche

Di Silvia Ziche. Feltrinelli, 2018 [LINK]

La celebre matita disneyana di Topolino, Silvia Ziche, si è presa la libertà di andare indietro nella storia e dare corpo e grafite alle antenate la cui voce è stata silenziata e reclusa tra le mura di casa, in un tempo in cui l’unica voce che contava e scriveva la storia era quella maschile. Un viaggio a fumetti divertente e amaro per assaporare la nostra epoca con più gusto, consapevoli che la storia da scrivere, per le donne, è ancora tanta, ma che la penna in mano l’hanno già presa e le prime pagine sono state già scritte.

Il libro raccontato dalla viva voce di Silvia Ziche.

Bonus: sempre dalla collana Feltrinelli Comics, consigliamo il nuovo Post Pink. Antologia di fumetto femminista, dove 9 autrici della scena fumettistica italiana raccontano ognuna una versione del femminile.

“È tempo di sfatare i miti, abbattere le differenze di genere e restituire dignità a quel corpo [quello delle donne] fatto di carne, sì, ma anche di mente, cuore, aspettative e desideri.”

4. Mio padre, il pornografo

mio-padre-il-pornografo-chris-offutt

Di Chris Offutt. minimum fax, 2019 [LINK]

Questo libro è insieme una biografia e un’autobiografia.
Dopo la morte di Andrew J. Offutt (padre dell’autore, Chris Offutt) i suoi romanzi pornografici vengono liberati dallo studio inaccessibile in cui erano stati rinchiusi al riparo dagli occhi dei familiari – a eccezione della moglie, fedele dattilografa di scritti audaci che hanno appagato la fame di erotismo di migliaia di lettori stuzzicati dalla rivoluzione sessuale degli anni ’60. Perdendosi in quegli scritti, il primogenito Chris Offutt ritrova un lato sconosciuto del padre e ricostruisce la figura di un uomo schivo e difficile, a volte difficile da amare, restituendocela in queste pagine.

5. Amapolas. Racconti dal mondo ispanico

Amapolas. Racconti dal mondo ispanico

AA.VV. Alessandro Polidoro Editore, 2018 [LINK]

Non potrebbe essere più in tema considerando che la lingua ospite di questa edizione era quella spagnola. Amapolas è un’antologia di racconti che supera i confini di genere e racconta l’amore e l’erotismo omosessuale. Venti racconti di venti autori del panorama letterario ispanico che, dalla Spagna all’America latina agli Stati Uniti, ognuno con il proprio approccio, rendono liberi e possibili tutti gli amori, compreso quello tra identità apparentemente distanti e contrastanti, tra un ebreo e un sergente tedesco.

Bonus: della stessa casa editrice proponiamo una chicca di altri tempi. I Gioielli Indiscreti, romanzo d’esordio di Denis Diderot, pubblicato per la prima volta, in forma anonima, nel 1748. Sì, quel Diderot, quello dell’Encyclopédie, uno dei massimi rappresentanti dell’Illuminismo. I gioielli sono i genitali femminili e questo romanzo licenzioso, pervaso da un erotismo esplicito, è una satira nei confronti della società francese dell’epoca dei Lumi in cui i protagonisti sono corrotte “controfigure” di personaggi della vera corte di Versailles.

6. Tinder and the City

tinder-and-the-city

Di Marvi Santamaria. Agenzia Alcatraz, 2019 [LINK]

è una bussola azzurro Tiffany per navigare nel mare magnum degli appuntamenti che nascono fugacemente sulle dating app, tra swipe right speranzosi, match apparentemente perfect, e dick pic sconfortanti. Incontri imprevedibili, spesso fugaci, che danno poco tempo per entrare in contatto con l’Altro ma ne lasciano molto per riscoprire sé stessi, emergendo da delusioni, abbandoni, insicurezze e un mare di disagio.

7. Materia Degenere

materia-degenere-diabolo-edizioni

AA.VV. Diabolo Edizioni, 2018 [LINK]

È una raccolta spregiudicata e caleidoscopica di cinque racconti a fumetti fortemente connotati da generi e stili diversi e riconoscibili. Le autrici – tutte giovani, tutte donne e (quasi) tutte esordenti (fatta eccezione per Fumettibrutti, che ha pubblicato il suo primo libro, Romanzo esplicito, con Feltrinelli Comics) – si appropriano ognuna di un genere letterario e fanno degenerare la narrazione sfidando stilemi e uscendo dagli schemi per abbracciare una libertà che rafforza le loro storie.

Bonus: della stessa casa editrice consigliamo Pornografica (Nacho Casanova, 2014). 128 pagine pornografiche a fumetti in bianco e bordeaux che invitano il lettore a guardare dentro la lussuria quotidiana di una coppia.

8. Nuvole di fango

nuvole-di-fango-Inge-Schilperoord

Di Inge Schilperoord. Fazi Editore, 2017 [LINK]

È un romanzo coraggioso che sfida i tabù e mette da parte i pregiudizi per indagare un non detto che spesso scatena paura, rabbia, incomprensione: quello della pedofilia. È un viaggio inaspettato e coraggioso nei labirinti di una psiche complicata che lotta contro sé stessa, contro i propri demoni, contro le pulsioni e le attrazioni morbose e proibite. Un’occasione unica per entrare in contatto con il punto di vista del pedofilo e l’umanità che vive dentro una mostruosità.

Bonus: anteprima del libro.

9. Cinzia

cinzia leo ortolani bao publishing

Di Leo Ortolani. BAO Publishing, 2018 [LINK]

Graphic novel che segue le vicende della transessuale platinata nata tra le pagine dalla ventennale saga a fumetti Rat-Man, nelle quali non è mai riuscita a conquistare l’amore del supereroe ratto ma ha indubbiamente ottenuto quello dei fan. Cinzia si libera dello stereotipo della persona trans e sfoggia una nuova tridimensionalità, sfilando per le pagine di questo libro tutto per sé, portando in giro a testa alta un orientamento sessuale e un’identità di genere ben definiti, alla ricerca dell’amore, di un lavoro e di un’identità sociale.

10. I sentimenti del principe Carlo

I sentimenti del principe Carlo Liv Stromquist

Di Liv Strömquist. Fandango Libri, 2018 [LINK]

Nel precedente Il frutto della conoscenza Liv Strömquist faceva a pezzi teorie stantie e convinzioni diffuse per riportare il buonsenso nella conoscenza del corpo delle donne, dei genitali femminili e della sessualità umana in generale. Con il suo solito umorismo acuto e rivelatore, in questo nuovo saggio in forma di fumetto, fa la stessa cosa con l’amore, i sentimenti, le relazioni. Ripercorrendo la storia della nostra società attraverso i rapporti d’amore, svela i limiti di un sistema eteronormativo e sessista invitando a ripensare le relazioni in modo più libero.

Le graphic novel di Liv Strömquist sono dei veri e propri saggi in cui l’uso del fumetto aggiunge immediatezza alla lettura.

Bonus: dal catalogo di Fandango è difficile selezionare qualcosa perché tutto merita un posto in libreria. Questa volta proponiamo Cattiva, di Myriam Gurba (2019), un’autobiografia in cui l’autrice ripercorre la sua storia di studentessa universitaria nell’America degli anni Novanta che è stata vittima di un maniaco sessuale seriale.

10+1 Il dolore dei pesci

Il-dolore-dei-pesci-Luca-Giumento-suigeneris

Di Luca Giumento. SuiGeneris editore, 2019 [LINK]

Un appartamento borghese ottenuto in eredità dal protagonista Teo diventa teatro di incontri spregiudicati e perversioni che scandalizzano l’intorno dei condomini perbenisti. La sessualità libera dei protagonisti apre una finestra su quella repressa e taciuta della Sicilia guardona, repressa e decadente.

Bonus: racconto breve di Luca Giumento, Polaroid, da leggere tutto d’un fiato.

10+2 Lucy e le altre

Lucy-e-le-altre-Schulz-baldini-castoldi

Di Charles M. Schulz. Baldini+Castoldi, 2019 [LINK]

Baldini+Castoldi ripropone le creature di Schulz in salsa monografica, dedicando uno dei due nuovi volumi alla voce femminile dei Peanuts: quella chiassosa, spesso prepotente, di Lucy. A fianco a lei, Sally Brown – sorella minore di Charlie, discontinuamente innamorata di Linus – e l’irriverente Piperita Patty, che si rifiuta di indossare i vestiti che gli adulti vorrebbero vedere addosso a una bambina.

Bonus: altro libro Baldini+Castoldi fresco di pubblicazione, completamente diverso: La donna bonsai di Miriana Trevisan, ex ragazza di Non è la Rai, che in questo romanzo racconta le storie di donne che le dinamiche di potere del dietro le quinte televisivo provano a incastrare, piegare, subordinare e ricattare con la promessa della fama. Nel 2017 Miriana aveva denunciato le molestie subite nel mondo dello spettacolo.


INSTAGRAM
@le_sex_en_rose