READING

7 giorni di notizie sveltine: gli orecchini H&...

7 giorni di notizie sveltine: gli orecchini H&M a forma di preservativo, il cellulare trasformato in vibratore…

h&m-moschino-orecchini-preservativo

Breve panoramica di quello che di rilevante, bizzarro, eccitante è successo nel mondo nell’ultima settimana #allaricercadelpiacere.

Gli orecchini a forma di preservativo nati dalla collaborazione Moschino + H&M 

HM-Moschino-condom

Orecchini e borsa a forma di condom H&M + Moschino

L’8 novembre nei negozi H&M è arrivata la collezione di più di 100 pezzi realizzati in collaborazione con Moschino. Tra i pezzi andati a ruba ci sono gli orecchini dorati a forma di bustina di preservativo, abbinati a una collana con pendente della stessa forma e borsa in versione nera, sempre a forma di condom, con sopra la scritta “ready to wear”.

PollCast: il vibratore si sincronizza con i risultati delle elezioni

camsoda-pollcast

Le invenzioni bizarre nel mondo dei sex toy come sempre arrivano da Camsoda, la piattaforma di cam sex. Con l’occasione delle elezioni americane midterm di metà mandato, ha lanciato PollCast, un sistema che mette tutti d’accordo. PollCast è un servizio online per sincronizzare la frequenza delle vibrazioni con i risultati delle elezioni in tempo reale, scegliendo chi monitorare tra Camera e Senato e tra Democratici e Repubblicani. Si può godere di un minuto di vibrazioni per ogni seggio conquistato dal proprio partito.

C’è anche l’opzione “Fatti fottere dalle elezioni”: in quel caso il vibratore si sincronizza con i risultati del partito opposto, per non rimanere fregati nel caso il proprio partito non vincesse.

La funzione è compatibile con i vibratori Nora e Max di Lovense.

Le applicazioni che trasformano il cellulare in un vibratore

illustrazione KATIE BUCKLEITNER

Illustrazione di Katie Buckleitner

Una delle poche fatiche di una sex blogger è quella di descrivere verbalmente le vibrazioni facendone capire le differenze. Per descrivere le vibrazioni che mi piacciono di meno di solito le paragono a quelle del cellulare (quelle più belle sono ovviamente quelle inimitabili di LELO che per adesso non ho trovato nascoste in nessun altro oggetto quotidiano o no).

Evidentemente non tutti la pensano come me, dato che se aprite uno dei vari store di applicazioni e cercate “vibrator” escono fuori centinaia di applicazioni che promettono di var vibrare il telefono come non ha mai vibrato prima anche se nessuno sta chiamando.

Io ho scaricato Women Feel Love perché mi piaceva l’icona con la carotina.

Spoiler: non sono applicazioni per power queen, cioè i fan delle vibrazioni potenti.

Il blog Refinery29 ne ha citate 7, consigliando di coprire il telefono con una custodia in silicone e di premurarsi di pulirla prima e dopo l’utilizzo. Io, per ovvie ragioni di pulizia e salute, consiglio di comprare un vibratore.

Il sesso alieno e ipertecnologico del futuro visto dal nuovo magazine porno

 

View this post on Instagram

 

A post shared by PC erotic (@pcerotic) on

È uscito il primo numero di PC Erotic, il magazine pornografico che prende in giro l’allarmismo sui futuri sviluppi della tecnologia applicata al sesso. Prendendo in prestito il desueto formato cartaceo la veste grafica dei magazine porno più trash del passato,  PC Erotic mixa contenuti satirici e altri più seri per creare un ritratto onesto ma anche divertente di come la tecnologia sta penetrando le vite di tutti. L’obiettivo è quello di incoraggiare le persone a riconoscere che la tecnologia sta modificando la sessualità, che ci piaccia o no, e a discutere apertamente di questa tematica invece di prenderne le distanze e alimentare la paura del futuro.

Nel primo numero ci sono porno tentacolare, droni ammazza-porno, sesso robotico, bimbofication – il ricorso a scelte estetiche e chirurgia plastica per aderire il più possibile allo stereotipo ipersessualizzati dell’immaginario pornografico comune (tettone super sexy in micro abiti succinti) e mukbang – la nuova moda di filmarsi con una webcam mentre si mangia per compiacere il voyeurismo del proprio pubblico disposto a pagare per la visione.

Pubblicato da Ditto Press, si trova in vendita qui.

Super Drags: la serie animata Netflix sulle Drag Queen

 

View this post on Instagram

 

A post shared by Super Drags (@superdrags) on

Venerdì 9 Netflix ha rilasciato la prima stagione di Super Drags, la nuova serie animata brasiliana che ha come protagoniste tre drag queen supereroine che lottano per salvare la comunità LGBTQ+ dal cattivo di turno. Nonostante la serie sia indirizzata agli adulti e si apra con un avvertimento, di uno dei personaggi, che i contenuti sono destinati a un pubblico maggiore di 16 anni di età, i dialoghi e la trama sono piuttosto semplici e quasi banali.

La deputata laburista chiede di includere l’orgasmo nell’educazione sessuale e il mondo si scandalizza.

La deputata laburista Jess Phillips, che sta promuovendo una campagna per rendere l’educazione sessuale obbligatoria nelle scuole secondarie inglesi entro il 2020, durante un’intervista rilasciata a Grazia ha dichiarato che “dovremmo parlare alle bambine dell’orgasmo durante l’educazione sessuale”.

Da tempo parlo di quanto sia necessaria, il prima possibile, un’educazione sessuale onnicomprensiva che includa tutti gli aspetti della sessualità che finora sono stati esclusi, tra i quali l’orgasmo.

Sveltine da calendario

Giornata per la Solidarietà Intersessuale

Dopo la Giornata della Consapevolezza Intersessuale del 26 ottobre, l’8 novembre è la Giornata per la Solidarietà Intersessuale, che coincide con la nascita di Herculine Barbin, persona intersessuale di origine francese della quale sono state pubblicate le memorie a proposito della sua vita di ermafrodita: nata e cresciuta come persona di sesso femminile e poi riclassificata come uomo in seguito a una relazione con un’altra donna e un’esaminazione medica di tipo fisico.

La Giornata dei Single è la scusa per indugiare con i sex toy

 

View this post on Instagram

 

A post shared by RVLT wine bar (@winervlt) on

In Cina la Giornata dei Single non compete con quella degli innamorati a febbraio ma cade l’11.11: data non casuale, scelta per la sequenza di 1. È nata a metà degli anni 90 ed è diventata la giornata di shopping di massa online più grande del mondo: Cyber Monday e Black Friday levatevi.

Qualche azienda la sta importando nel mondo occidentale e, tra queste, quella che ci interessa è LELO, che celebra il Single’s Day con sconti dal 25 al 50% su molti prodotti usando il codice SD2018: andate a dare un’occhiata a tutti i prodotti in sconto.

Per essere sicura di non lasciare nessun single senza piacere, LELO chiede di non essere egoisti: “per favore, manda un pensiero gentile ai single di tutto il mondo che, con buone probabilità, saranno ancora single a Natale.”

Sveltine nostrane

Le bambole del sesso in TV, ospiti di Chiambretti

CR4-chiambretti-bambole-sesso

Nella seconda puntata del nuovo (ma mai troppo) programma di Chiambretti #CR4 La Repubblica delle Donne sono comparse le bambole del sesso, trovata fin troppo scontata per rimediare ascolti.

La trattazione del tema è stata, prevedibilmente, banale e superficiale.

Il primo ospite in studio, oltre a due bambole sistemate sulle sedie, è stato l’imprenditore romano che per primo in Italia ha lanciato il nuovo servizio di bambole a domicilio. Sul sito Love Game Italia si può scegliere tra 9 bambole e 1 bambolo da noleggiare per qualche o una nottata. Non arrivano dentro una scatola come la pizza ma vengono trasportate con un “trasportino” misterioso non meglio descritto, a tutela della privacy del cliente.

A seguire si è palesato il “bambolo in carne e ossa” Franc Gigolo, gigolo di nome e di fatto, che ha detto di aver provato una bambola perché “è moda”, e che modestamene lui “costa di più” e “rende di più” di una bambola.

Ultimo ingresso dell’arcidiacona della chiesa anglicana Maria Vittoria Longhitano chiamata a rispondere al dubbio se andare con una bambola costituisca o no peccato: a quanto pare sì.

Si sono sprecati gli interventi dei volti noti presenti in studio.

Iva Zanicchi si è lanciata in una sequenza di “orrore” “tristezza” “malinconia” “solitudine” “pena”, tutte parole dedicate agli uomini che affittano le bambole, per concludere con un “allora prendi una bottiglia, o un termosifone”.

Per recuperare punti l’imprenditore ha poi fatto leva sull’uso delle bambole da parte dei disabili. Poi si è passati alla questione gelosia con l’intervento di un presunto cliente abituale delle bambole che è rimasto nascosto dietro a paravento e voce modificata.

In collegamento è intervenuto lo psichiatra Paolo Crepet, che dopo lo spottone del suo nuovo libro Passione ha svogliatamente tirato fuori frasi fatte come “in amore tutto ciò che è comodo è stupido” e ha accennato all’oggettificazione della donna.

L’argomento si è chiuso su Franc Gigolo che si è vantato delle sue prestazioni con le bambole gonfiabili “a 16 anni ne ho fatte scoppiare tre”, “senza spillo” ha aggiunto Chiambretti.

Su Rai 1 la nuova puntata di Petrolio parla di comportamenti sessuali

Con un approccio completamente diverso si è parlato di sesso anche in Rai: Sex Therapy è il titolo della puntata di Petrolio andata in onda sabato 10 novembre in seconda serata, che ha tentato di parlare di sessualità in modo intelligente e con una certa “scientificità”. Si è parlato dell’impatto della tecnologia e dei social sulla sessualità e sulle relazioni, di pornografia e, ovviamente, di dipendenza. L’ospite acchiappa audience in studio era la pornostar Malena.


INSTAGRAM
@le_sex_en_rose