READING

7 giorni di notizie sveltine: Sex and the City com...

7 giorni di notizie sveltine: Sex and the City compie 20 anni, la masturbazione serve a vincere i mondiali…

sex and the city

Breve panoramica di quello che di rilevante, bizzarro, eccitante è successo nel mondo nell’ultima settimana di ricerca del piacere.

Sex And The City compie 20 anni

Sono passati 20 anni da quando è stata trasmessa la prima puntata di Sex and the City, la serie tv che ha insegnato al mondo che alle donne piace il sesso.

SATC è il ritratto di come, da trentenni single, si viveva nella Manhattan capitalista degli anni ‘90, dove la monogamia, il matrimonio e l’amore per sempre sembravano essere andati fuori moda, rimpiazzati dalle avventure di una notte.

La serie, tratta dall’omonimo romanzo di Candace Bushnell, Sex and the city, segue le vite di quattro amiche inseparabili, quattro donne emancipate, indipendenti e libere, che esplorano l’amicizia, l’amore, le relazioni e il sesso mentre bevono Cosmopolitan, frequentando i party più in voga, fanno shopping compulsivo e si confidano con gli amici gay.

Oltre ad aver lanciato look iconici a fatto la fortuna di oggetti come le scarpe Manolo Blahnik, SATC ha reso celebre il rabbit, il vibratore con le orecchie, facendo impennare le vendite e proliferare il mercato dei sex toy per doppia stimolazione vaginale e clitoridea.

Questo è, a mio parere, uno degli articoli più belli scritti in occasione dell’anniversario. Altri link a tema: 20 look iconici, le frasi più belle, il quiz per mettere alla prova la conoscenza della serie.

La coppa del mondo si vince con sesso e masturbazione

Vera Ribeiro, nota psicologa e sessuologa nonché moglie del portiere delle nazionale portoghese Rui Patricio, ha consigliato ai calciatori impegnati al Mondiale in Russia di avere una vita sessuale attiva invece di praticare l’astinenza pre partita. Il sesso e la masturbazione possono portare a risultati migliori controllo dei livelli di ansia e stress.

L’idea che l’astinenza sessuale pre gara possa garantire un rendimento migliore è una vecchia tradizione nel settore sportivo ma non è di fatto supportata da studi scientifici.

La Germania tuttavia continua ad adottare la linea dura della tolleranza zero: oltre ad aver vietato categoricamente ai calciatori di avere rapporti sessuali, sembra aver costretto i familiari ad alloggiare in strutture diverse e distanti dalla squadra.

La scena di masturbazione che ha fatto tremare Bollywood

Veere Di Wedding è la commedia made in Bollywood nota come la risposta indiana a Sex and the city. Racconta la storia di quattro amiche d’infanzia che si destreggiano tra gli alti e bassi di relazioni e matrimoni indulgendo in cocktail, fumo, party, parolacce e sesso occasionale.

Ne risulta il ritratto di una società in cambiamento che un paese conservatore come l’India ha bisogno di metabolizzare lentamente.

Tra tutte le scene controverse ce n’è una che non è andata giù quasi a nessuno e ha seminato scandalo e vergogna attraverso la stampa e i social media locali. È quella in cui una delle protagoniste si masturba con un dildo. La scena ha fatto guadagnare all’attrice una pioggia di critiche e offese cinguettate su Twitter senza pietà e al film un record di incassi al botteghino. (qui la notizia)

È la prima volta che, in India, un film per la massa mostra una donna godere di un orgasmo così apertamente.

L’attrice Swara Bhaskar ha risposto alle critiche con un tweet in cui ha scritto che “masturbarsi significa prendere possesso del proprio corpo, della propria sessualità” e che “In una cultura che silenzia, ignora o colpevolizza la sessualità femminile, mostrare una ragazza che si masturba in un film in un modo privo di giudizio contribuisce all’emancipazione”.

Nuovi vibratori ispirati alle Emoji

Dopo gli anelli per il pene ispirati agli anelli nuziali del principe Harry e di Meghan Markle, lo shop online Lovehoney ha sfornato altri sex toy a basso costo che si prestano a fare il giro della rete sotto forma di titoli acchiappa click. Si chiamano Oh-Moji e sono delle mini wand (i vibratori per il clitoride con il manico, figli della celebre Magic Wand) ricaricabili tramite USB che hanno la testa sagomata a faccina emoji.

Non sono i primi sex toy a ispirarsi alle icone utilizzate per inviare messaggi d’amore e fare sexting. L’azienda Emojibator aveva lanciato già nel 2016 il vibratore a forma di melanzana emoji, seguito da quelli a forma di peperoncino e banana. In vendita sul sito si trovano anche bustine di condom con le emoji e copri capezzoli a forma di testa di unicorno, foglia di marijuana, ananas, pizza al salame, testa di bradipo e di alieno.

Medici inglesi si sono accorti che i robot per il sesso non sono poi così utili o benefici per la società

La rivista BMJ Sexual & Reproductive Health ha pubblicato uno studio condotto da un medico e un’ostetrica inglesi per valutare i pro e i contro degli umanoidi per la gratificazione sessuale e spronare la professione medica a interrogarsi su quali potrebbero essere le conseguenze sul benessere fisico, mentale e sociale. Dallo studio emerge che forse i sexbots non sono in grado, da soli, di porre fine alla violenza e al traffico sessuale sostituendosi ai corrispettivi umani. Che, anzi, potrebbero diventare una palestra per la violenza sessuale e normalizzare fino a promuovere gli abusi (considerando che si possono selezionare personalità per simulare situazioni di sesso non consensuale). Che, se anche potessero aiutare a superare problemi come la disfunzione erettile e le difficoltà ad esplorare la sessualità, non riuscirebbero comunque a soddisfare i bisogni di intimità e potrebbero avere degli effetti negativi sull’empatia e le relazioni umane, spingendo gli individui ad isolarsi nell’illusione di avere una soddisfazione sostitutiva.
Che forse la proposizione di robot con sembianze femminili fortemente stereotipate e ritoccate potrebbero non aiutare a contrastare la discriminazione e la disuguaglianza di genere ma anzi contribuirebbero ad alimentare l’immagine della donna come oggetto sessuale a disposizione dell’uomo.

Il sesso a fumetti: nuove serie DC Comics pronte al lancio

La DC Comics si prepara a rilanciare l’etichetta Vertigo, sotto la guida creativa di Mark Doyle, con il rilascio di 7 nuove serie a fumetti tra cui Safe Sex, “Un sci-fi distopico su un gruppo di schiave sessuali che combattono per la libertà di amare in un mondo in cui il piacere sessuale è monitorato e controllato dal governo.” Scritta da Tina Horn (conduttrice/produttrice di Why Are People Into That?, scrittrice, giornalista e attivista per l’educazione sessuale) e disegnata da Mike Dowling (Unfollow, 2000 AD), in uscita nel 2019.

La beauty routine post-sesso per i capelli

Glamour si inventa la beauty routine post-sesso per fare pubblicità ai trattamenti per i capelli: qui ha elencato 7 spray in grado di rimettere i capelli al loro posto in modo istantaneo e duraturo dopo un incontro di sesso appassionato.

Sveltina nostrana – Sex & Revolution, la rivoluzione sessuale in mostra fino al 15 luglio

È stata prorogata fino al 15 luglio la mostra “Sex & Revolution! Immaginario, utopia, liberazione (1960-1977)” (a Palazzo Magnani di Reggio Emilia) che racconta 17 anni di rivoluzione sessuale attraverso più di 300 reperti tra sequenze cinematografiche, fotografie, fumetti, rotocalchi, libri, locandine di film, brani musicali, installazioni multimediali, ambientazioni con oggetti di design, musica.

Il percorso espositivo è scandito da alcuni oggetti simbolo: la pillola anticoncezionale, il vibratore, l’accumulatore orgonico, il super 8, la frusta, la minigonna. Tutte le info su fotografiaeuropea.it


INSTAGRAM
@le_sex_en_rose